osteopatia-kinesiologia

L’osteopatia è una pratica medica alternativa che si concentra sul trattamento manuale per migliorare la salute, il benessere e la funzione del corpo.

 

La kinesiologia è una disciplina che studia il movimento del corpo umano, valutando muscoli, articolazioni e funzioni fisiologiche per ottimizzare il benessere e la performance.

domande frequenti

L’Osteopatia è un sistema consolidato di assistenza alla salute che si basa sul contatto manuale per la valutazione, la diagnosi ed il trattamento della persona.

Si tratta di una terapia manuale, complementare alla medicina classica, incentrata sulla salute della persona piuttosto che sulla malattia; si avvale di un approccio CAUSALE e non sintomatico (spesso infatti la CAUSA del dolore trova la sua locazione lontano dalla zona del sintomo doloroso), ricercando le alterazioni funzionali del corpo che portano al manifestarsi di segni e sintomi che possono poi sfociare in dolori di vario genere.

il principale strumento di lavoro dell’osteopata è una profonda preparazione e costanti aggiornamenti associati ad una grande sensibilità manuale empatica ed umana. Niente farmaci né chirurgia. Tramite una raccolta dati, un’ indagine palpatoria precisa e la manipolazione di articolazioni, organi e tessuti l’osteopata localizza e agisce sulla CAUSA del dolore, spesso lontana dalle manifestazioni del sintomo; a seconda dell’età e della gravità del problema l’osteopata applica le tecniche più adatte al caso che non sono dolorose o invasive per il paziente siano esse strutturali, craniali, viscerali e fasciali. Le sedute di osteopatia vengono recepite dal corpo all’incirca entro 72 ore, a volte anche una settimana. Questo perché tutte le informazioni che sono state trasmesse tramite la manipolazione al sistema nervoso devono essere elaborate dallo stesso. I benefici quindi cominciano a sentirsi in media dopo 3-4 giorni.

Con l’osteopatia si arriva a far regredire o scomparire del tutto la sintomatologia e conseguentemente il dolore; l’osteopatia non si sforza di curare la malattia bensì di ripristinare gli equilibri, affinché il corpo ritrovi lo stato di salute e benessere.

L’osteopatia, proprio grazie ai principi su cui si basa, interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, alla donna in gravidanza. La filosofia del nostro centro è quella di adoperare l’osteopatia sia singolarmente sia in modo complementare ad altre terapie riabilitative, grazie alla sinergia dell’intero staff.

  • Sistema muscolo-scheletrico
  • Sistema neurologico
  • Sistema digestivo
  • Sistema cardio-circolatorio
  • Sistema polmonare e ORL
  • Sistema genito-urinario
  • In ambito odontoiatrico
  • In gravidanza
  • In ambito pediatrico 

 

Integrazione dell’ osteopatia, (attraverso domande mirate e osservazione di segni e sintomi ben definiti) con i concetti classici della medicina cinese (meridiani, logge energetiche), in modo tale da poter cogliere informazioni ulteriori sullo stato metabolico- viscerale dell’individuo per avere una visione ancora più completa del paziente. 

La chinesiologia si occupa del movimento umano in tutti i suoi aspetti.

La chinesiologia analizza i principi e i meccanismi fisiologici, biomeccanici e psicologici del movimento, nelle sue diverse aree: intellettivo-cognitiva, affettivo-emotiva, fisico-motoria, sociale-relazionale.

La conoscenza di tale disciplina, permette all’osteopata di fornire allo staff informazioni sul paziente, in modo tale da poter creare protocolli riabilitativi e rieducativi sempre più precisi e personalizzati.

Essa può risultare utile:

  • Preventivo (ginnastica posturale, pre-parto, di mantenimento, terza età, fitness, ecc…)
  • Educativo (ed fisica nelle scuole)
  • Formativo (ginnastica per bambini, giovani, ecc…)
  • Sportivo (preparazione atletica, allenamenti ecc…)
  • Rieducativo (recupero funzionale, cioè l’insieme di trattamenti necessari e fondamentali-successivi alla fisioterapia- che hanno come scopo il recupero del movimento, perso a causa di malattie invalidanti, traumi o interventi chirurgici)
  • Antalgico (movimenti atti a ridurre il sintomo algico)

Tale disciplina può essere considerata a tutti gli effetti, una tecnica osservazionale di segni e sintomi avanzata.

Essa si occupa di rilevare i sintomi di disfunzione neurologica impercettibili, presenti in un dato individuo. In particolare la K.A è una pratica in grado di rilevare alterazioni della fisiologia neuromuscolare   e ricondurre le stesse a cause squisitamente di natura traumatica o conseguenti a modificazioni del metabolismo, della funzionalità o dello stato psicologico e/o emotivo del soggetto.

Quindi tale disciplina è in grado di fornire interessanti indicazioni sulle tecniche da eseguire sul paziente.